Ultime recensioni

martedì 18 aprile 2017

[Recensione] Review Tour: TI VEDO PER LA PRIMA VOLTA - Diego Galdino

Da oggi lo potrete trovare in tutte le librerie e store online ma noi abbiamo avuto il piacere di leggere in anteprima il nuovo romanzo di Diego Galdino, TI VEDO PER LA PRIMA VOLTA, un romanzo che racconta l'amore in tutte le sue sfaccettature.

Genere: Romance Contemporaneo
Casa editrice: Sperling & Kupfer
Data di Uscita: 18 Aprile 2017
Prezzo: € 17.90 - Ebook €

Sinossi: Josephine ha grandi occhi verdi e un sorriso contagioso, nonostante la vita l'abbia presto messa alla prova costringendola a convivere con una malattia che le rende difficili anche le azioni più semplici, e che lei esorcizza tramite la fotografia, grazie a una vecchia polaroid appartenuta a sua madre. Anche se lei, in realtà, sua madre non l'ha mai conosciuta. Anzi, l'ha creduta morta per anni e, quando ha scoperto la verità, ormai era troppo tardi. In compenso però ha trovato una nuova famiglia: tre fratellastri di cui non ha mai sospettato l'esistenza. Carlotta, Emilia e Lorenzo.
Arrivata a Roma per scoprire qualcosa di più del suo passato e del suo inaspettato presente, Josephine è subito stregata dal romanticismo della città eterna. Abituata a guardarne le immagini in televisione o al cinema o sui libri, vedere dal vivo tanta meraviglia le dà quasi alla testa. Così, mentre il suo cicerone d'eccezione, Lorenzo, la guida attraverso i luoghi preferiti dalla madre e alla scoperta di incantevoli angoli nascosti, Josephine deve ammettere a sé stessa che è pressoché inevitabile innamorarsi di Roma, così come di quel ragazzo dagli occhi gentili...



Nella Divina Commedia Dante parla dell'Amore "che move il sole e l'altre stelle" e con questo romanzo Galdino ci ricorda che mai frase è stata più vera.
TI VEDO PER LA PRIMA VOLTA è una storia piena di emozioni, di nuove scoperte, di quelle realtà che a volte irrompono nella tua vita lasciandoti senza fiato. Un romanzo ricco di verità che, grazie alla storia di Josephine e Lorenzo, grazie alla loro vita, ci ricorda che l'amore è qualcosa di meraviglioso, che ci arricchisce e ci sprona ad andare avanti, anche quando la vita condisce con amarezza e dolore parte del nostro cammino. Ed è proprio l'amore per sua madre e per le sue sorelle che spinge Lorenzo ad accettare ed affrontare una scoperta che in apparenza non ha nulla di dolce ma che porta nella vita del giovane tante domande ed insicurezze. Proprio in virtù dell'amore che Josephine arriva a Roma spinta dalla curiosità di conoscere una famiglia a lei sconosciuta e tenutale nascosta fino a quando un uomo non la chiama dicendole che la madre che credeva morta alla sua nascita in realtà è scomparsa da poco a causa di una brutta malattia.
Così inizia questa storia, con la vita di due persone scosse da una grandissima verità rivelata forse troppo tardi, una verità taciuta per tanti anni e che piomba nelle loro vite sconvolgendoli e scombussolandoli. Ma l'amore è forte e fa sentire continuamente la sua presenza, basta aprire il proprio cuore ed essere predisposti ad accettarlo ed accoglierlo.
Così l'autore condisce questo nuovo romanzo, con l'amore che prepotentemente fa da protagonista, che si cela dietro ogni riga ed in ogni pagina, accompagnando il lettore per tutta la storia, cullandolo con la promessa di un finale rassicurante, anche se il viaggio per arrivare alla meta può sembrare impervio.

Lorenzo e Josephine sono due personaggi molto belli, curati in quei dettagli che fanno di un protagonista letterario qualcosa di più simile ad un amico. Hanno paure ed insicurezze in cui è facile immedesimarsi e commettono quegli sbagli che fanno sorridere ed arrabbiare il lettore forse proprio perché sembrano così familiari ad ognuno di noi. 
Così veri e sinceri sono anche Carlotta ed Emilia, le sorelle di Lorenzo, presenti nel romanzo dalla prima all'ultima pagina, che ho percepito come secondi protagonisti più che personaggi secondari.
L'amore per una madre, per una figlia, per un compagno fino all'amore per la vita stessa sono il motore portante di questo romanzo, 
Ma le scelte fatte in nome dell'amore sono sempre giuste solo perché in quel momento a guidarci è un sentimento così puro e forte? Sinceramente non lo so e non lo sanno neanche i nostri protagonisti che spesso si pongono questa domanda. Forse la verità è che non sempre è giusto farci questa domanda, forse la cosa migliore è vivere il momento senza pensare troppo a quello che sarebbe potuto essere se avessimo preso decisioni diverse. Perché si sa, la vita è fatta di tanti bivi e le scelte che facciamo condizionano inevitabilmente le nostre vite. Non ho ben chiaro dove voglio andare a parare ma questa lettura mi ha colpita parecchio sia per quello che dice che per quello a cui fa pensare.

La storia tra Lorenzo e Josephine non è semplice ma non è neanche la parte centrale del romanzo tanto che catalogarlo come semplice romance contemporaneo non mi sembra giusto. La storia è più complessa e ricca ed il filone romance mi appare più come una trama secondaria che addolcisce quella che in realtà è una storia dal gusto più amaro. Un po' come lo è la vita stessa. 

Impossibile non rimanere affascinati anche dall'ambientazione. Come sempre Diego Galdino ci accompagna tra le meraviglie della nostra Capitale rendendoci spettatori in una riscoperta delle meraviglie di Roma. Si percepisce in modo chiaro l'amore che l'autore ha per la sua sua città, un amore che è impossibile non condividere. Ho sognato di accompagnare Josephine nel visitare quella Roma nascosta che non tutti conoscono: il parco dell'Appia Antica, la valle della Caffarella, il Ninfeo di Egeria arricchito con la narrazione della sua leggenda, il Giardino degli Aranci fino al nostro amato Colosseo. È stato bello essere accompagnati da Lorenzo alla scoperta di questi tesori nascosti ed assaporarne la meraviglia attraverso gli occhi di Josephine.

TI VEDO PER LA PRIMA VOLTA è senza dubbio una piacevole lettura che ti resta dentro anche dopo esser arrivati alla parola fine.

Nessun commento:

Posta un commento