Ultime recensioni

lunedì 27 febbraio 2017

[Recensione] SE MI LASCI TI LICENZIO - Noelle August



Genere: Romance Contemporaneo
Casa editrice: Fabbri
Data di Uscita: Febbraio 2017
Prezzo: € 16.90

Sinossi: Adam Blackwood ha tutto: è giovane, è sexy, ha una splendida villa a Malibu ed è capo e fondatore di Boomerang, una società di successo che gestisce un frequentatissimo sito di incontri. Il suo sogno, però, è diventare produttore cinematografico e per realizzarlo ha bisogno di un grosso finanziamento. A interessarsi al progetto è un ricco magnate, che manda la figlia, Alison, a lavorare a Boomerang con l'incarico di indagare su Adam e svelare i suoi scheletri nell'armadio. Lei, d'altronde, non desidera altro che dimostrare di essersi lasciata alle spalle un passato burrascoso e di meritare un posto al comando dell'impero di famiglia. Peccato che durante una festa in maschera, prima ancora che il loro rapporto professionale abbia inizio, tra Alison e Adam si accenda una potente attrazione che diventerà sempre più difficile ignorare... anche in ufficio. Ma la passione e - chissà - l'amore possono davvero vincere la sete di carriera, denaro e successo?

La serie "Boomerang" è composta:
1. Non vorrei però ti amo
2. Se mi lasci ti licenzio
3. Altro a seguire


“Se mi lasci ti licenzio” è il secondo capitolo della trilogia di Noelle August, dietro il cui nome si nascondono le due autrici Lorin Oberwenger e Veronica Rossi.
Il protagonista maschile di questo libro è Adam Blackwood, fondatore dell’azienda d’incontri online Boomerang che avevamo già conosciuto nel primo romanzo. Adam è un ragazzo di soli ventitré anni che è già riuscito a ottenere molto dalla vita e dal lavoro nonostante la giovane età. La sua ambizione lo porta, però, a voler espandere la sua attività buttandosi nel ramo della produzione cinematografica. Ma per fare tutto questo ha bisogno di un investitore.
Alison Quick è una giovane donna il cui padre, uomo d’affari senza scrupoli, ha messo gli occhi sulla società di Adam. Per essere sicuro che i suoi milioni siano investiti in modo oculato, il signor Quick ha deciso di assegnare alla figlia il compito di assicurarsi che Boomerang sia un buono se non ottimo investimento. 
Adam e Alison entrano subito in sintonia, anche se entrambi sono persone che non si fidano facilmente, ma con l’evolversi della storia si lasciano andare e si abbandonano all’amore. 
La narrazione è semplice e scorrevole e il punto di vista alternato ci permette di entrare maggiormente nella storia e di comprendere appieno i sentimenti dei due protagonisti.
Inizialmente ero molto diffidente nei confronti di Alison, visto anche il suo comportamento verso Ethan (protagonista di “Non vorrei però ti amo”) ma andando avanti nella lettura non ho potuto fare a meno di comprenderla meglio e affezionarmi a lei. Ali è una ragazza dolce che ha sbagliato, sofferto, ma che ha saputo riscattarsi. Mi è piaciuto tanto il suo personaggio che ha avuto un’evoluzione durante il libro e che alla fine si scopre più forte. Ho odiato invece il personaggio di suo padre, Graham Quick, uomo malvagio e senza scrupoli, che per arricchirsi schiaccia e umilia tutti perfino sua figlia. Anche Adam ha avuto una crescita durante tutta la storia ma credo di aver preferito il personaggio femminile che ha saputo riscattarsi e si è dimostrato più forte e maturo.
In questo libro facciamo la conoscenza anche di Grey Blackwood, fratello minore e protagonista del terzo e ultimo capitolo della saga. Mi ha affascinato molto il suo personaggio, così solare ma al tempo stesso tormentato, e non vedo l’ora di conoscere la sua storia.
In conclusione, ho trovato questo secondo romanzo migliore del primo ma anche questa volta sono rimasta delusa dal finale troppo frettoloso e poco approfondito.
Insomma mi è piaciuto, ma poteva essere migliore. 
Comunque se siete alla ricerca di una romanzo NA leggero e frizzante, in cui non ci siano drammi, questo libro è la scelta perfetta!




Nessun commento:

Posta un commento